Solar Impulse riprende il volo record

19.04.2016

Dopo quasi dieci mesi di interruzione alle Hawaii, l'aereo Solar Impulse riprende il suo ambizioso giro del mondo spinto esclusivamente dall'energia del sole. Primo giorno utile per la partenza è giovedì 21 aprile 2016.

Contatto

Ascensori Schindler SA
Zugerstrasse 13
6030 Ebikon
Svizzera

Telefono: +41 41 445 31 31 
info_sch.ch@schindler.com

È ancora vivo nella memoria il volo record di 118 ore da Nagoya (Giappone) ad Hawaii: l'aereo a energia solare, pilotato da André Borschberg, atterrava il 3 luglio 2015 sulla popolare destinazione turistica negli USA dopo quattro giorni e quattro notti di viaggio. Ma al momento sembrava impossibile poter ripartire, poiché le batterie risultavano fortemente danneggiate dal surriscaldamento.

Negli ultimi mesi il team raccolto intorno a Bertrand Piccard e ad André Borschberg ha cercato di fare tesoro delle conoscenze maturate con i primi positivi voli, ha risistemato il velivolo, sostituito le batterie e preparato con cura il prosieguo del volo in direzione USA/Canada.

Forti delle esperienze dello scorso anno si è deciso anche di ampliare la scelta delle possibili destinazioni e di fissare la meta successiva solo poco prima del decollo, sulla base di precise previsioni meteorologiche.

Al momento il team Solar Impulse sta valutando quattro possibili destinazioni in America settentrionale e Canada: Phoenix, San Francisco, Los Angeles e Vancouver. Sarà chiarita quindi nelle prossime ore la rotta precisa del velivolo pilotato da Bertrand Piccard, il quale prevede un volo non-stop di tre o quattro giorni: Solar Impulse ricaricherà le batterie con la luce del sole e proseguirà nella notte, spinto soltanto dall'energia accumulata.

Quali le tappe successive? Solar Impulse toccherà New York prima di spiccare il volo per l'ultima ardita traversata dell'Atlantico, che richiederà da quattro a cinque giorni. Inghilterra, Francia, Spagna o Marocco: anche allora la destinazione sarà decisa all'ultimo momento. Dopo un'ulteriore tappa di trasferimento, l'aereo a energia solare raggiungerà l'agognato traguardo di Abu Dhabi a fine estate.

Il Gruppo Schindler è stato sin dall'inizio uno degli sponsor principali del volo record di Solar Impulse. «Il vero progresso non sta nel migliorare semplicemente lo status quo. Servono approcci mentali fondamentalmente nuovi, che superino i limiti presunti»: così aveva spiegato l'importanza di questa impresa Alfred N. Schindler, presidente del consiglio di amministrazione della Schindler Holding AG.

Per ulteriori informazioni: https://solarimpulse.com/