Congratulazioni a Solar Impulse: giro del mondo riuscito

26.07.2016

È fatta! Nelle prime ore di questa mattina del 26 luglio 2016, dopo 17 tappe, Solar Impulse è rientrato ad Abu Dhabi, da dove era decollato oltre un anno fa: il primo aereo alimentato esclusivamente a energia solare ha concluso con successo il suo giro intorno al globo, trascorrendo in tutto 21 giorni in volo e coprendo una distanza di 42 000 km. Solar Impulse è la dimostrazione che con le tecnologie pulite si può fare l'impossibile. 

Contatto

Ascensori Schindler SA
Zugerstrasse 13
6030 Ebikon
Svizzera

Telefono: +41 41 445 31 31 
info_sch.ch@schindler.com

Congratulazioni a Solar Impulse: giro del mondo riuscito

Decollato dall'Egitto per l'ultimo traguardo di Abu Dhabi, il pilota Bertrand Piccard ha portato a termine una sfida che aveva dell'impossibile: compiere un giro del mondo con un aereo alimentato soltanto a energia solare e in grado di volare giorno e notte senza interruzioni.

Con la storica circumnavigazione del globo, Solar Impulse chiude il cerchio iniziato il 9 marzo 2015 con la partenza dalla stessa Abu Dhabi. Costretti in un minuscolo cockpit di soli 3,8 m3, alla cloche si sono alternati Bertrand Piccard e il compagno André Borschberg, i quali hanno sorvolato Asia, Oceano Pacifico, USA, Atlantico, Mediterraneo fino alla meta finale, dopo 17 tappe, nel Vicino Oriente.

Complessivamente sono stati uguagliati 19 record mondiali: fra questi, i più significativi sono i cinque giorni di traversata del Pacifico dal Giappone alle Hawai per Borschberg, cioè il più lungo periodo che un aereo a energia solare ha mai trascorso ininterrottamente in volo, e la prima storica trasvolata dell'Atlantico con un aereo solare effettuata da Piccard.

Un sogno è diventato realtà: un sogno che molti esperti ritenevano impossibile. Il volo è stata la chiara dimostrazione che le energie rinnovabili e tecnologie efficienti possono garantire soluzioni sostenibili.

«Il volo record di Solar Impulse dimostra in maniera lampante che innovazione e spirito pionieristico insieme possono cambiare il mondo» sottolinea Thomas Oetterli, CEO del Gruppo Schindler. «Per questo siamo uno dei partner principali del progetto Solar Impulse: ne condividiamo la visione e lo spirito di innovazione per il futuro poiché, quale operatore leader nel campo ascensori, scale e tappeti mobili, tendiamo naturalmente spostare sempre più in avanti il limite della mobilità percepito dall'uomo nella città del futuro».

A fronte della crescita esponenziale delle odierne metropoli, le soluzioni sostenibili sono decisive per i nostri problemi di mobilità. Per Schindler la partnership con Solar Impulse è stata pertanto la migliore dimostrazione della propria vocazione a investire permanentemente nelle tecnologie innovative e nella mobilità sostenibile.

Essa dimostra ciò che è possibile ottenere se non si pongono limiti alla propria immaginazione e collaborando su un obiettivo comune. Gli ingegneri Schindler coinvolti nel progetto Solar Impulse hanno consolidato la coesione scientifica fra due aziende che condividono valori e obiettivi simili. Anche in futuro Schindler sosterrà e promuoverà le tecnologie innovative che contribuiscono a una mobilità pulita e sostenibile.

Ancora una volta tantissime congratulazioni a tutto il team Solar Impulse per questa straordinaria impresa: Schindler è orgogliosa di essere stata uno dei partner principali di questa storica avventura. Be Schindler – Be Proud!