Stage image

Nuove leggi per una maggiore sicurezza
Modifiche normative

Incastrarsi, inciampare, rimanere intrappolati nell’ascensore: gli impianti più vecchi presentano alcune insidie. Leggi rigorose in materia di sicurezza sono dunque ancora più importanti.

 

Contatto

Ascensori Schindler SA
Zugerstrasse 13
6030 Ebikon
SVizzera

Telefono: +41 41 445 31 31 
 info_sch.ch@schindler.com


Un’iniziativa europea per la sicurezza

Ogni incidente è un incidente di troppo. Per questo i legislatori lavorano per rendere più sicuri gli ascensori e le scale mobili. Molti Paesi europei hanno introdotto lo SNEL (Safety Norm for Existing Lifts), uno standard di sicurezza per gli ascensori esistenti. Nel 2004, la Svizzera ha pubblicato lo SNEL come norma SIA 370.080: l’attuazione giuridica spetta ai singoli Cantoni (si veda «Domande e risposte»).


La responsabilità dei proprietari

I proprietari di abitazioni rispondono dei danni derivanti da una manutenzione inadeguata di ascensori e scale mobili. Per non rischiare azioni legali in caso di incidente in quanto proprietari, dovete adattare i vostri impianti agli standard odierni.

La sicurezza non è mai troppa

Indipendentemente dalle leggi vigenti nel vostro Cantone, dovete tenere presenti le indicazioni dell’Associazione di imprese svizzere di ascensori (Verband Schweizerischer Aufzugsunternehmen) e rimediare a eventuali carenze:

 

  • porte di chiusura della cabina mancanti
  • insufficiente precisione di arresto della cabina dell’ascensore
  • impianto di emergenza inesistente o inadeguato

Domande e risposte

Quali rischi comportano gli impianti più vecchi?

 

  • Vetri non idonei nelle porte di accesso al vano ascensore
  • Cabina senza porte
  • Sistema di azionamento con cattiva precisione di livellamento o fermata
  • Ammortizzatori inesistenti o inadeguati
  • Impianto di emergenza inesistente o inadeguato
  • Dispositivo di blocco inadeguato per le porte di accesso al vano ascensore e alla fossa
  • Serratura inadeguata per le porte di accesso al vano ascensore
  • Apertura delle porte di accesso al vano ascensore senza attrezzi speciali
  • Protezione parziale troppo bassa del vano ascensore 
  • Mancanza di blocco dell'interruttore principale

Chi risponde dei danni in caso di incidente?

In linea generale è il proprietario dell’ascensore a rispondere dei danni (articolo 58 CO).

Cosa s'intende per ESBA?

La direttiva sull’aumento del livello di sicurezza negli ascensori esistenti («Erhöhung der Sicherheit an bestehenden Aufzügen», ESBA) definisce sette criteri per l’adeguamento degli impianti più vecchi allo stato attuale dell’arte. Si basa sulla norma europea SNEL ed è stata varata nel settembre 2008 dal Dipartimento costruzioni del Cantone di Zurigo.

Criteri

  • Sistema di azionamento con insufficiente precisione di livellamento
  • Vetri non idonei nelle porte di accesso al vano ascensore
  • Rapporto critico tra superficie utile e portata
  • Cabina senza porte
  • Illuminazione di emergenza inesistente o inadeguata nella cabina
  • Ammortizzatori inesistenti o inadeguati
  • Impianto di emergenza inesistente o inadeguato

 

Attuazione

L’ufficio cantonale per il controllo degli ascensori dispone l’attuazione della direttiva ESBA in occasione della successiva ispezione periodica ordinaria. L’attuazione viene disposta anche quando è stata pianificata la ristrutturazione di un impianto esistente.

Cosa s'intende per SNEL?

La «Safety Norm for Existing Lifts» (SNEL) è una norma europea sulla sicurezza che evidenzia le 74 situazioni di pericolo che caratterizzano gli impianti esistenti.

Cos’è l’L5?

Nel Cantone di Ginevra si applica il «Règlement concernant les ascenseurs et montecharges» (regolamento concernente ascensori e montacarichi). Il regolamento prevede l’ammodernamento in due fasi degli ascensori più vecchi secondo dieci criteri di sicurezza.

  • Punti attuati
  • Vetri non idonei nelle porte di accesso al vano ascensore
  • Cabina senza porte
  • Sistema di azionamento con insufficiente precisione di livellamento o fermata
  • Ammortizzatori inesistenti o inadeguati
  • Impianto di emergenza inesistente o inadeguato
  • Dispositivo di blocco inadeguato per le porte di accesso al vano ascensore e alla fossa
  • Serratura delle porte di accesso al vano non sicura
  • Apertura delle porte di accesso al vano ascensore senza attrezzi speciali
  • Protezione parziale del vano ascensore troppo bassa
  • Mancanza di blocco dell’interruttore principale

Com'è la situazione nel mio cantone?

Cantone di Zurigo

Per gli ascensori esistenti vige la direttiva ESBA.

 

Cantone di Ginevra

Per gli ascensori esistenti vige la direttiva L5.

 

Cantone di Friburgo

Circa la metà dei 6000 ascensori non è conforme agli standard SNEL. Per questo motivo, nell’ambito della revisione generale della legge dei vigili del fuoco l’amministrazione di Friburgo elaborerà una norma per la sicurezza degli ascensori esistenti, orientandosi sulla direttiva ESBA del Cantone di Zurigo.

 

Canton Ticino

Dal 2014 una nuova legge richiede maggiore sicurezza per gli ascensori esistenti, tanto per la modernizzazione di ascensori quanto per l’installazione di impianti sostitutivi. Questi ultimi sono sottoposti a un procedura di autorizzazione edile e a un collaudo da parte di un’azienda certificata. Anche per i controlli periodici sono richieste certificazioni.

Per la modernizzazione degli ascensori, inoltre, è prevista l’eliminazione dei sette principali fattori di pericolo contemplati nella norma SNEL:

 

‒     scarsa precisione di livellamento del sistema di azionamento

‒     vetro inadeguato nelle porte di accesso al vano ascensore

‒     rapporto critico tra superficie utile e portata

‒     cabine senza porta di chiusura

‒     illuminazione di emergenza inesistente o inadeguata nella cabina

‒     ammortizzatori inesistenti o inadeguati

‒     impianto di emergenza inesistente o inadeguato

 

Altri Cantoni

L’Associazione svizzera per la sicurezza degli ascensori raccomanda di eliminare le seguenti carenze:

 

‒     porte di chiusura della cabina mancanti

‒     insufficiente precisione di arresto della cabina dell’ascensore

‒     impianto di emergenza inesistente o inadeguato

Come ottengo maggiori informazioni su SNEL / ESBA /L5?

Per maggiori informazioni sulle norme SNEL / ESBA / L5 potete rivolgervi all'Ispettorato Federale degli Ascensori (IFA), alle autorità cantonali preposte, all'Associazione di imprese svizzera di ascensori ASA nonché gli specialisti di Schindler Svizzera.

Chi verifica se un impianto ascensore è conforme alla norma SNEL / ESBA?

In tutti i cantoni può occuparsene un’azienda specializzata in ascensori. Nel Cantone di Zurigo, è l’ufficio cantonale per il controllo degli ascensori che verifica la conformità con la direttiva ESBA in occasione delle ispezioni periodiche ordinarie.

Aspettare, modernizzare o sostituire?

Saremo lieti di ispezionare il vostro ascensore e consigliarvi su come procedere. Contattateci!